Casali di Cosenza. A metà del Settecento il catasto onciario nella baglive di Figline.pdf

Casali di Cosenza. A metà del Settecento il catasto onciario nella baglive di Figline PDF

Giovanni Adamo

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro Casali di Cosenza. A metà del Settecento il catasto onciario nella baglive di Figline non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

Con il Catasto Onciario fu tentata l'introduzione, nel Regno di Napoli, di un più moderno sistema di tassazione della proprietà e dell'industria, ma permasero purtroppo, privilegi e sperequazioni, in particolar modo per i beni feudali che non erano tassati, i beni ecclesiastici che pagavano la metà delle imposte stabilite, e per il

2.67 MB Dimensione del file
8889064161 ISBN
Gratis PREZZO
Casali di Cosenza. A metà del Settecento il catasto onciario nella baglive di Figline.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Casali di Cosenza. A metà del Settecento il catasto onciario nella baglive di Figline. Autore Giovanni Adamo, Anno 2004, Editore Orizzonti Meridionali. € 12,00 Attualmente non disponibile. Avvisami. Vai alla scheda. Aggiungi a una lista + De vita sanciti Benedicti et de officio divino secundum eius doctrinam.

avatar
Mattio Mazio

Il CATASTO ONCIARIO ordinata da Carlo III di Borbone con dispaccio del 4 ottobre 1740 e regolata da una serie di disposizioni emanate dalla Regia Camera della Sommaria tra il 1741 ed il 1742. L'esigenza di razionalizzare il prelievo fiscale attraverso la redazione di un catasto si inscrive nella nuova temperie culturale dell'età dei lumi ed è Con il Catasto Onciario fu tentata l'introduzione, nel Regno di Napoli, di un più moderno sistema di tassazione della proprietà e dell'industria, ma permasero purtroppo, privilegi e sperequazioni, in particolar modo per i beni feudali che non erano tassati, i beni ecclesiastici che pagavano la metà delle imposte stabilite, e per il

avatar
Noels Schulzzi

Il Catasto onciario, precursore degli odierni catasti, rappresenta l'attuazione pratica delle norme dettate da re Carlo di Borbone nella prima metà del XVIII secolo per un riordino fiscale del regno di Napoli, progettato e diretto da Bernardo Tanucci

avatar
Jason Statham

Stanford Libraries' official online search tool for books, media, journals, databases, government documents and more.

avatar
Jessica Kolhmann

Sito ufficiale del turismo in Italia · Sito ufficiale dell'Unione europea · Home · Il Progetto · Catasto Onciario · Nota Archivistica · Note Legali e Crediti ...