La cura di sé nella relazione di aiuto.pdf

La cura di sé nella relazione di aiuto PDF

Tullio Carere-Comes

Il Verdetto di Dodo allude, scherzosamente ma non troppo, al fatto che tutte le psicoterapie funzionano pressappoco allo stesso modo, perché i fattori efficaci sono soprattutto quelli comuni a tutte le relazioni di aiuto, e indipendenti dalla teoria e dalla tecnica del terapeuta. Questi fattori si attivano spontaneamente in tutte le relazioni di aiuto, come risposta ai bisogni fondamentali di crescita e potenziamento delle risorse del sé o della persona. Il counseling, come lo intendeva Rogers e come lo intende lautore, si differenzia dalla psicoterapia perché non fa uso di procedure tecniche clinicamente o empiricamente validate per la cura di disturbi specifici, ma solo dei fattori comuni a tutte le relazioni di aiuto, da quella genitoriale in avanti. Ma a differenza della psicoterapia, in cui questi fattori operano sullo sfondo e in modo subordinato alla teoria e alla tecnica del terapeuta, nel counseling sono in primo piano. Il counseling, per come è inteso dallautore, non è altro che lapplicazione rigorosa, consapevole e responsabile dei principi generali che regolano qualsiasi relazione di aiuto.

FRANCESCA CAPUTO* La cura pedagogica come relazione di aiuto ... Nella luce interiore del suo vero sé, simbolo di verità e conoscenza, si rivela la tensione ...

9.93 MB Dimensione del file
8877665017 ISBN
La cura di sé nella relazione di aiuto.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Percorsi nella relazione d'aiuto (2013). Oliviero Rossi , psicoterapeuta, direttore dell'Istituto di psicoterapia della gestalt espressiva (IPGE), scuola di specializzazione in Psicoterapia della gestalt espressiva, è professore invitato e direttore del master "Video, fotografia, teatro e mediazione artistica nella relazione d'aiuto" presso la Pontificia Università Antonianum, facoltà di Le nuove arti terapie. Percorsi nella reazione d'aiuto libro di Anna Maria Acocella, Oliviero Rossi pubblicato da FrancoAngeli Editore nel 2013

avatar
Mattio Mazio

Se è vero che ogni cristiano deve prendersi cura, in questo senso, del proprio fratello e sorella in fede, questa relazione d'aiuto è, in particolare, il compito dei ...

avatar
Noels Schulzzi

Alba G. A. Naccari (a cura di) Pedagogia al limite. Corpo, movimento, danza nella relazione d’aiuto Anicia, Roma, 2019, pp. 228 _____ Il volume, curato da Alba Naccari, parte dalla constatazione di come la processualità del divenire umano sia connotata dalla limitatezza dell’es- Uno dei principali equivoci epistemologici della c.d. epistemologia tradizionale è l’illusione della separazione tra l’aiutante e l’aiutato, la convinzione che le due parti in gioco nella cura abitino due mondi separati, a sé stanti, uno dei quali (quello in condizione up) si prende cura dell’altro (quello in condizione down): provoca gravi ripercussioni sul piano delle conseguenze

avatar
Jason Statham

Aver cura Vuol dire ricondurre l’altra persona al suo progetto esistenziale = educare (nella sua accezione di atto intenzionale volto a facilitare nell’altro l’esercizio responsabile della propria libertà e della scelta) Gli strumenti La relazione d’aiuto Il progetto di vita La consulenza educativa Il colloquio clinico Ed altri La relazione d’aiuto Nell’aver cura l’uomo La cura di sé nella relazione di aiuto: I seminari della cura di sé - 1 eBook: Carere-Comes, Tullio: Amazon.it: Kindle Store

avatar
Jessica Kolhmann

La comunicazione nella relazione d’aiuto. In ogni messaggio si può distinguere un livello di contenuto ed uno di relazione (meta-comunicazione). Nella comprensione del messaggio la persona che abbiamo di fronte si basa La ricaduta non è di per sé un segnale di fallimento e non vuol dire che la persona non potrà cambiare o che l Chi cura e che cosa si cura? Percorrendo quattro aree concettuali - il senso della cura, l'efficacia della cura, le dimensioni della cura e i mediatori della cura - il testo si prefigge di dare risposte ai diversi interrogativi che spesso, nella relazione con l'altro, il professionista dell'aiuto è invitato a porsi.