Lo sfascio dellimpero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941).pdf

Lo sfascio dellimpero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941) PDF

Matteo Dominioni

Tra il 9 e l11 aprile avvenne una delle stragi più efferate di tutta loccupazione dellEtiopia. Un gruppo di ribelli, inseguito da una colonna italiana, si asserragliò allinterno di una grande grotta. Si trovava nella regione del Gaia Zeret-Lalomedir. Lassedio durò diversi giorni. Per avere la meglio sui ribelli si chiese lintervento di un plotone del reparto chimico. Quando i superstiti decisero di arrendersi gli italiani divisero gli uomini e i ragazzini dalle donne e dai bambini. I primi vennero mitragliati a gruppi di cinquanta sul ciglio del burrone. I bambini e le donne non sopravvissero a lungo a causa delliprite. Stragi sconcertanti, deportazioni, lager: ecco lItalia fascista in Etiopia. Dominioni ricostruisce le operazioni belliche della più grande campagna coloniale della storia e la mattanza che portò allo sfascio leffimero, inutile impero voluto da Mussolini, conquistato male e governato peggio.

Un'amministrazione sgangherata e feroce precedette lo "sfascio" dell'impero coloniale di Mussolini I massacri italiani in Etiopia: gli italiani in Etiopia, 1936-1941" pubblicato da Laterza Gli italiani in Africa Orientale. La caduta dell’Impero, di Angelo Del Boca – Oscar Storia Mondadori, Milano 2009. Lo sfascio dell’Impero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941), di Matteo Dominioni – Editori Laterza, Bari-Roma 2008. History of Ethiopia, di J. Harold Marcus – …

8.13 MB Dimensione del file
8858139119 ISBN
Gratis PREZZO
Lo sfascio dellimpero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Prefazione di Cecilia Dau Novelli e Charles F. Burdett. Introduzione, p. 5. Capitolo 1. L'Etiopia nei progetti coloniali italiani, 1887-1928, p. 6 dic 2017 ... Malgrado un'impostazione capitalista aperta agli investimenti internazionali, lo Stato etiopico ha mantenuto le redini dell'economia in nome ...

avatar
Mattio Mazio

Lo sfascio dell’impero. Gli italiani in Etiopia 1936-1941, prefazione di Angelo Del Boca Matteo Dominioni . Roma-Bari, Laterza, XIII-367 pp., euro 22,00 2008

avatar
Noels Schulzzi

Lo sfascio dell'impero: Gli italiani in Etiopia 1936-1941 Gli italiani in Etiopia (1936-1941) Falso, moltissimi paesi sostennero l'Italia o non la ostacolarono e coloro che la ostacolarono lo fecero in modo blando allo scopo di "tenere il piede in due scarpe".

avatar
Jason Statham

Gli italiani in Etiopia 1936-1941 LO SFASCIO DELL’IMPERO Laterza, 2008, pp. 367, € 22,00. Nigrizia 1/2009. La prefazione di Angelo Del Boca colloca utilmente questa fatica di uno dei «giovani studiosi del colonialismo» nel solco della bibliografia sull’argomento. Scarsa nei primi

avatar
Jessica Kolhmann

Lo sfascio dell'impero: gli italiani in Etiopia, 1936-1941 Volume 143 di Quadrante (Roma) Volume 143 di Quadrante (Rome, Italy) Volume 143 di Quadrante Laterza: Autore: Matteo Dominioni: Editore: Laterza, 2008: Provenienza dell'originale: la University of Michigan: Digitalizzato: 12 lug 2010: ISBN: 8842085332, 9788842085331: Lunghezza: 366 Dopo aver letto il libro Lo sfascio dell'impero di Matteo Dominioni ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad