In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni.pdf

In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni PDF

Claudio Foti, Claudio Bosetto, Laura Ferro

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

L’utilità dell’intervento psicologico emerge soprattutto nell’ambito della psicologia ospedaliera, clinica, neuropsicologia, dello sviluppo, scolastica ed dell’educazione, della disabilità, giuridica e forense, sociale e di comunità, della personalità, delle emozioni e affettività, con valore medio nella psicologia interculturale, del lavoro, del marketing e pubblicità, della Le sue idee oggi, esaminate da Alice Miller, psicoanalista svizzera, sono state definite “Pedagogia Nera”. Il Dottor Schreber padre scrisse diversi libri sull’educazione dei bambini, partendo dall’idea che la società tedesca di allora fosse “fiacca” e “in decadenza”, e che questo fosse in gran parte causato dalla debolezza e mancanza di disciplina, con le quali venivano

4.23 MB Dimensione del file
8895970195 ISBN
In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni, Libro di Claudio Foti, Claudio Bosetto. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da SIE (Moncalieri), collana Dispense del Centro Studi Hansel & Gretel, brossura, data pubblicazione novembre 2010, 9788895970196.

avatar
Mattio Mazio

In memoria di Alice Miller. Educazione e psicoterapia nel rispetto delle emozioni di Claudio Foti, Claudio Bosetto, Laura Ferro - SIE (Moncalieri): prenotalo online su GoodBook.it e ritiralo dal tuo punto vendita di fiducia senza spese di spedizione.

avatar
Noels Schulzzi

Alice Miller, “Il dramma del bambino dotato e la ricerca del vero sé”, Bollati Boringhieri, Torino 1996 “Non ricordo niente della mia infanzia” “La mia é stata un’infanzia felice” “Sono sempre stato precoce; da piccolo ero l’orgoglio dei miei genitori; si diceva di me che ero un bambino dotato”. Nella psicoterapia abbiamo visto che in ultima analisi non sono né il sapere, né la tecnica ad avere un effetto terapeutico, ma la personalità dell’analista: lo stesso vale per l’educazione, che presuppone l’educazione di se stessi. (tratto da C.G.Jung. Opere, vol. XVII, Lo …

avatar
Jason Statham

La più grande ambizione di Alice Miller era certamente che ogni adulto potesse giungere ad una piena comprensione del fatto che il maltrattamento dei bambini, oltre ad avere conseguenze disastrose sulla loro vita futura, finisce anche inevitabilmente per ripercuotersi negativamente sull’intera società. Leggere i suoi libri vuol dire ricentrarsi su sé stessi, sul bambino che siamo stati.

avatar
Jessica Kolhmann

La rivolta del corpo: i danni di un'educazione violenta . di Alice Miller. Cortina, 2005. Chi da piccolo è stato maltrattato e abusato dai genitori può amarli solo a patto di rimuovere le proprie autentiche emozioni. E dunque accade spesso che il corpo, rivoltandosi contro la negazione dei traumi infantili irrisolti, si ammali gravemente. Educazione Democratica EDUCAZIONE D E M O C R AT I C A Rivista di pedagogia politica ISSN 2038-579X “La mia presenza di insegnante, che non può passare inosservata agli occhi degli alunni, è di per sé una presenza politica. Così, per il fatto di essere una presenza, non posso essere una assenza ma un soggetto che opera delle scelte.