Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio.pdf

Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio PDF

T. Tagliacozzo (a cura di)

Walter Benjamin sviluppa nel 1916 una teoria del linguaggio che esporrà nel saggio rimasto inedito Sulla lingua in generale e sulla lingua delluomo (1916), e lo farà a stretto contatto, dal 1915, con lamico Gershom Scholem, allora giovane studente di matematica e filosofia e studioso di ebraismo. Benjamin mostra di essere in piena sintonia con Scholem e con la sua visione cabbalistica del formalismo del linguaggio della Torah, in cui sono fondamentali il suono, il valore numerico e la forma delle lettere, e non i contenuti e i significati del testo, nella sua concezione mediale della lingua dei nomi (riflesso, nel loro caratterizzarsi come idee, della parola creatrice di Dio) e delle parole, che hanno finito per comunicare contenuti estrinseci e sono il fondamento dei concetti. In una serie di note di diario del 1916 Scholem individua un legame - di cui discute con Benjamin - tra una sua teoria matematica della verità e la forma interna della lingua ebraica Le conoscenze teologiche di Scholem e le letture che Benjamin e Scholem intraprendono portano entrambi a sviluppare una teoria del linguaggio fondata sulla interpretazione della Genesi e della Cabbalà, ma anche ad affrontare questioni gnoseologiche e matematiche sviluppate a partire da testi kantiani, neokantiani, husserliani e fenomenologici in generale.

Walter Benjamin nasce il 15 luglio 1892 a Berlino, da genitori ebrei. L’ebraismo e la sua tradizione mistica avrà una grande importanza nel suo pensiero. Nella sua tesi di laurea: Il concetto di critica nel romanticismo tedesco la sua attenzione si concentra sulle figure di Friedrich Schlegel e Novalis, che incarnano per il giovane Benjamin lo stretto rapporto tra filosofia e linguaggio

3.31 MB Dimensione del file
8857537528 ISBN
Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

... regard to Walter Benjamin's and Gershom Scholem's meta-mathematical engagement with neo-Kantianism, ... She co-chairs the Walter Benjamin Research Network, and serves on the editorial board of the series Walter Benjamin Studies for Bloomsbury Philosophy, ... Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio. Un'approssimazione ad alcune poesie scholemiane, in T. Tagliacozzo (ed.), Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio, Mimesis, Milan, 2016 [in press] ...

avatar
Mattio Mazio

Un'approssimazione ad alcune poesie scholemiane, in T. Tagliacozzo (ed.), Walter Benjamin, Gershom Scholem e il linguaggio, Mimesis, Milan, 2016 [in press] ... Walter Benjamin nasce a Berlino il 15 luglio 1892, da Emil, antiquario e ... (Due poesie di Friedrich Hölderlin; Sulla lingua in generale e sulla lingua degli uomini) . ... Gershom Scholem, Walter Benjamin e il suo angelo, Adelphi, Milano, 1978 ...

avatar
Noels Schulzzi

Walter Benjamin nasce a Berlino il 15 luglio 1892, figlio di una facoltosa famiglia ... esito delle mie riflessioni sulla teoria della lingua»: Il compito del traduttore. ... gli incontri con Th. W. Adorno e Asja Lacis, il trasferimento di Gershom Scholem ...

avatar
Jason Statham

Gershom Scholem (Berlino, 5 dicembre 1897 – Gerusalemme, 21 febbraio 1982) è stato un ... Diversamente da Buber egli credeva nella capacità del linguaggio di evocare realtà ... Walter Benjamin - G. Scholem, Archivio e camera oscura.

avatar
Jessica Kolhmann

Benjamin ‹bè-›, Walter. - Filosofo, critico e sociologo tedesco (Berlino 1892 - Port Bou, Spagna, 1940). Studiò a Berlino, Friburgo e Monaco, laureandosi in filosofia a Berna (1919). Si accostò quindi al marxismo di G. Lukács e strinse amicizia con M. Horkheimer e Th. W. Adorno con i quali collaborò a Francoforte s. M. e, dopo l'avvento del nazismo, a Parigi.