L ultimo canto di saffo. Il dolore in prospettiva interdisciplinare.pdf

L ultimo canto di saffo. Il dolore in prospettiva interdisciplinare PDF

Loreta Risio

Il dolore è unesperienza universale comune a ogni epoca e allo stesso tempo uno stato personalissimo difficile da comunicare. La sofferenza è uno dei temi centrali della medicina, ma anche del pensiero filosofico, etico e religioso. Questo lavoro intende ricostruire alcuni momenti significativi di quella lotta al dolore che passa attraverso la comprensione dei meccanismi che lo producono e dei modi per lenirlo. In particolare viene analizzato il percorso della medicina dalla sua origine a oggi, sullo sfondo delle interpretazioni del dolore offerte dalla tradizione ebraico-cristiana. Di fronte alla sofferenza luomo ha elaborato diverse risposte, cercando un significato al suo patire nonché un adeguato modello di condotta allinterno di un definito orizzonte di senso. In questo quadro il libro sviluppa un discorso multidisciplinare, che spazia dalla medicina alla filosofia, dalla storia alletica.

... monografici di carattere letterario e di carattere interdisciplinare (letteratura e ... 36. Ultimo canto di Saffo. 44. Saffo. 47. La teoria del piacere da Zibaldone. 49 ... L'apertura ad una prospettiva culturale più ampia dell'umanesimo retorico di ... dolore, che sono altrettanti fili conduttori anche del pensiero e della poesia di ... 4 set 2014 ... Come trasmettere il piacere di leggere un classico come Leopardi? ... spiccatamente interdisciplinare, se impiegato anche dal docente di letteratura ... canzoni del suicidio, L'ultimo canto di Saffo, dove la condizione dell'infelicità ... Conoscenza/Dolore: partendo da questa polarità, si potrà indagare l'idea ...

5.44 MB Dimensione del file
8854838543 ISBN
Gratis PREZZO
L ultimo canto di saffo. Il dolore in prospettiva interdisciplinare.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il testo è concepito come un monologo: è la stessa Saffo a parlare in prima persona, e lo fa in modo solenne, in sintonia con i temi trattati, l’infelicità e la scelta del suicidio. Infatti il lessico risente della tradizione classica, per cui il vocabolario a cui attinge Leopardi è prezioso, anticheggiante ( verecondo , v. 1; gaudio , v. 8), con riferimento alla mitologia («indomita

avatar
Mattio Mazio

Il testo è concepito come un monologo: è la stessa Saffo a parlare in prima persona, e lo fa in modo solenne, in sintonia con i temi trattati, l’infelicità e la scelta del suicidio. Infatti il lessico risente della tradizione classica, per cui il vocabolario a cui attinge Leopardi è prezioso, anticheggiante ( verecondo , v. 1; gaudio , v. 8), con riferimento alla mitologia («indomita

avatar
Noels Schulzzi

Buy L'ultimo canto di saffo. Il dolore in prospettiva interdisciplinare by Loreta Risio (ISBN: 9788854838543) from Amazon's Book Store. Everyday low prices and free delivery on eligible orders.

avatar
Jason Statham

Il testo è concepito come un monologo: è la stessa Saffo a parlare in prima persona, e lo fa in modo solenne, in sintonia con i temi trattati, l’infelicità e la scelta del suicidio. Infatti il lessico risente della tradizione classica, per cui il vocabolario a cui attinge Leopardi è prezioso, anticheggiante ( verecondo , v. 1; gaudio , v. 8), con riferimento alla mitologia («indomita 01/08/2012 · This video is unavailable. Watch Queue Queue. Watch Queue Queue

avatar
Jessica Kolhmann

Leopardi, Canti, IX, Ultimo Canto di Saffo. Placida notte, e verecondo raggio della cadente luna; e tu, che spunti fra la tacita selva in su la rupe, nunzio del giorno; oh dilettose e care, mentre ignote mi fûr l’Erinni e il Fato, 5 sembianze agli occhi miei; giá non arride spettacol molle ai disperati affetti.