RicCAA13. Cantiere Arte Ambientale.pdf

RicCAA13. Cantiere Arte Ambientale PDF

Marisa Merlin (a cura di)

Un cantiere sempre aperto Il “Cantiere” è arrivato al traguardo della quinta edizione, la prima a cadenza Biennale, e con il nuovo nome di RicCAA, acronimo del precedente “Riciclarti-Cantiere Arte Ambientale”.È un rinnovamento che mantiene la struttura del progetto, cioè di cantiere sempre aperto ed attivo, che ne amplia il raggio di azione diventando internazionale nella chiamata degli artisti e nella diffusione, nel coinvolgimento del territorio, scendendo sempre più in profondità nell’affrontare i temi guida a cui sono invitati a confrontarsi i partecipanti alla Mostra: l’Arte, la creatività e il rapporto tra l’uomo e tutto il circostante, in una visione di sostenibilità rinnovabile e duratura. Il problema ambientale è il problema delle relazioni, e quindi trasversale a tutti gli aspetti della condizione umana. RicCAA vuole essere un punto di incontro dove permettere e favorire la riflessione su tutte le implicazioni che tali relazioni comportano, attraverso gli occhi degli artisti e dei designers presenti alla Mostra, provocando uno spostamento di visione, un cambio di parametri, e mettendo in campo l’energia sempre rigenerabile dell’Arte.Ogni edizione è per me una sfida molto stimolante seppure molto impegnativa, nel creare il giusto terreno dove questo confronto possa essere generativo. Proporre, organizzare, curare e allestire una mostra collettiva di tale specie, significa per la mia esperienza di artista creare un unico organismo composto da tutte le specifiche visioni, producendo dialoghi tra le pluralità, percorsi di comunicazione e di comprensione non solo delle singole opere, ma anche dell’opera viva che nasce dal loro insieme.Si apre così uno spazio che diventa luogo terzo, tra opere ed osservatore, dove ognuno confronta i propri sentimenti e i propri convincimenti.Tra le opere di artisti e designers presenti alla mostra si possono individuare diversi filoni e campi di indagine: dal rapporto stretto con la natura, all’ecologia della mente e dell’ambiente interiore, rivisitazioni di esperienze di trash art, impronte della memoria, visioni e proposizioni di un futuro reale e possibile nella compatibilità delle varie forme dell’esistente, ricerca estetica e funzionale del riuso dei materiali, prassi di vita analizzate con autoironia consapevole, analisi e interrogativi su paesaggi attuali e futuri, artificiali e naturali, domande poste dalle tradizionali e nuove tecnologie, e altro.Diversi i linguaggi e i media usati, il bando di selezione stesso non poneva limiti, diversi i paesaggi sociali contemporanei, ci si muove tra ragione e sentimento, tra memoria e conflitti, emotività intima e pragmatiche soluzioni, tra rigorosità e contaminazioni.Inoltre, come corpo vivo, la Mostra è anche generatrice di approfondimenti ed eventi collaterali aperti al territorio: è un contenitore d’Arte dalla forte matrice culturale, produce ricerca, comunicazione e conoscenza attraverso la mostra stessa, ma anche attraverso le varie proposte di partecipazione: i laboratori artistici, lo stage per giovani curatori in collaborazione con l’Università, la collaborazione con la libreria La Feltrinelli di Padova per la presentazione di libri e i loro autori su “ambienti” poco indagati: l’ecologia delle relazioni un libro di Sofia Loos

dell’arte ambientale) che sussiste ancora nel definire le esperienze di arte ambientale o Art-in-Nature a noi contemporanee. Per rappresentare efficacemente la difficoltà classificatoria trovata prima di questo studio, i casi vengono presentati nel capitolo terzo in un ordine che è riflesso . 7 soltanto dei Capitolo 4 – Analisi degli Impatti in fase di cantiere STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Impianto di termovalorizzazione “I Cipressi” cod.doc.SIA-04 rev. 04 data 31/08/05 Pag. 8 di 22 Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Energetica - Sergio Stecco idrografia idrologia idraulica idrogeologia bilancio

3.91 MB Dimensione del file
8867870548 ISBN
RicCAA13. Cantiere Arte Ambientale.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Dacci oggi il nostro veleno quotidiano. Dal Ddt al glifosfato fino alle nuove minacce nei nostri piatti. Il grande inganno che ci hanno venduto come una moderna «riv PDF

avatar
Mattio Mazio

45° Cantiere Internazionale d'Arte 2020: Caos e Creazione - Scienza Arte Utopie. Il 45° Cantiere Internazionale d'Arte si terrà dal 23 luglio al 2 agosto 2020, tra Montepulciano e la Valdichiana. La tematica di questa prossima edizione è Caos e Creazione -

avatar
Noels Schulzzi

Ambientale La richiesta del giudizio di compatibilità ambientale è una vera e propria domanda redatta dal proponente ed allegata allo studio di impatto ambientale e agli atti progettuali. Nella prima impostazione dei decreti attuativi sulla valutazione di impatto ambientale si definiva il … L’IMPATTO AMBIENTALE DEL CANTIERE E LE OPERE PER IL SUO CONTENIMENTO E CONTROLLO G. Moras PREMESSA Come già descritto, l’area di intervento, un tempo abbastanza periferica e compresa tra la via Ostiense e il fiume Tevere è ormai completamente inserita nel tessuto urbano, ciò ha compor-

avatar
Jason Statham

A Cloud of 100,000 Illuminated Balloons Suspended Inside Covent Garden by Charles Pétillion. Covent Garden, Land Art, Scenografia, Arte Pubblica, Scultura  ...

avatar
Jessica Kolhmann

6.2.1 Domanda di adesione e la politica ambientale per il cantiere sostenibile La ricerca si è anche occupata dello stato dell’arte degli strumenti per la gestione ambientale nei diversi settori produttivi. È stata fatta anche un’ipotesi di trasferibilità di questi strumenti e strategie dell’arte ambientale) che sussiste ancora nel definire le esperienze di arte ambientale o Art-in-Nature a noi contemporanee. Per rappresentare efficacemente la difficoltà classificatoria trovata prima di questo studio, i casi vengono presentati nel capitolo terzo in un ordine che è riflesso . 7 soltanto dei