Studio dei centri abitati instabili in Umbria.pdf

Studio dei centri abitati instabili in Umbria PDF

G. Felicioni, E. Martini, C. Ribaldi

I centri storici umbri, quelli più tipici e caratteristici, sono collocati sulla cima di colli, di rupi rocciose, e a mezza costa, e quindi in posizioni morfologiche assai favorevoli a relazioni conflittuali tra dissesto idrogeologico, conservazione dellabitato esistente ed espansione urbanistica allinterno del nucleo originale. Il volume intende offrire al lettore un quadro sintetico riferito agli aspetti tecnici e normativi inerenti la vasta e complessa materia dello studio e del consolidamento degli abitati minacciati o colpiti da fenomeni franosi e di dissesto idrogeologico.

Iscrizione Elenco speciale Professionisti Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (Art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Studio dei centri abitati instabili in Umbria Chimica moderna Al limite. Arte e fotografia tra gli anni Sessanta e Settanta. Catalogo della mostra (Reggio Emilia, 29 aprile-23 luglio 2006). Ediz. italiana e inglese Il miraggio dell'impero. Olivares e la Spagna: dall'apogeo al declino La risorsa idrica potabile.

1.22 MB Dimensione del file
8872843502 ISBN
Gratis PREZZO
Studio dei centri abitati instabili in Umbria.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

I centri storici umbri, quelli più tipici e caratteristici, sono collocati sulla cima di colli, di rupi rocciose, e a mezza costa, e quindi in posizioni morfologiche assai ... l'Atlante Regionale "Studio dei Centri Abitati Instabili in Umbria" (Progetto SCAI, Regione dell'Umbria - CNR). I vari documenti di partenza sono realizzati secondo ...

avatar
Mattio Mazio

... comuni di Orvieto e Todi denominata “Scuola di Alta Specializzazione e Centro Studi per la Manutenzione e Conservazione dei Centri Storici in Territori Instabili” , ... Regione Umbria legalmente rappresentata dalla Presidente della Giunta ... 5 set 2018 ... Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall'evento sismico del 24 ... sulle aree suscettibili di instabilità dinamica in fase sismica ricomprese nei centri e nuclei ... per dissesti che costituiscono pericolo per centri abitati ed ...

avatar
Noels Schulzzi

trasferimento e/o al consolidamento dei centri abitati instabili. Con D.P.R. n. 8 del 15/1/72 sono state trasferite alle Regioni le funzioni amministrative concernenti "le opere di consolidamento e trasferimento degli abitati". In pratica, a far data del 9/7/1908 sino al 18/7/1969, venivano via via

avatar
Jason Statham

- Programmi e progetti in materia di rischio idrogeologico, consolidamento dei versanti e degli abitati instabili e attività di studio correlate ai fini della pianificazione in materia. - Piani e programmi di promozione orientamento e regolamentazione della manutenzione ordinaria e straordinarìa delle aree instabili corisolidate. Studio dei centri abitati instabili in umbria atlante regionale: Il dissesto idrogeologico del Colle di Todi (PG) Ed. Rubbettino. Pubblicazione n. 979 del GNDCI-CNR testo 1996 – R.Piccioni, P.Monaco

avatar
Jessica Kolhmann

Centri abitati instabili in Calabria: grandi frane, debris flows, fenomeni di alluvionamento ed erosione marina a Bagnara Calabra (Calabria Tirrenica Meridionale) R. Lanzara, A. S. Viggiani Cartografia geomorfologica elaborata su un digital elevation model (DEM): un … 2 INDICE 1. Introduzione 3 2. R ischio idraulico - idrogeologico 5 2.1 modello d'intervento 10 2.2 procedure per la ricezione degli avvisi e dei bollettini 11 2.3 fasi operative in base ad avvisi e/o bollettini di criticità 12 Fase operativa: normalità 13 Fase operativa: attenzione 14 Fase operativa: pre -allarme 15 2.4 procedura per s egnalazione frana 16