Rapporto Puglia 2018.pdf

Rapporto Puglia 2018 PDF

Ipres

Nel 2017 il prodotto interno lordo (PIL) della Puglia è aumentato dell1,68% in termini nominali (+0,9% in volume). Tra il 2015 e il 2017 il volume cumulato del PIL regionale è cresciuto di circa il 3%, contro il 2,6% del Mezzogiorno e il 3,6% di quello nazionale. Il volume degli investimenti aumenta di circa 18 milioni di euro nel 2016 (ultimo anno disponibile) rispetto allanno precedente, dopo un incremento di circa 500 milioni di euro tra il 2014 e il 2015. Nel 2016 il volume degli investimenti è inferiore di circa 2,8 miliardi al 2000 e di circa 3,8 miliardi al 2008. Il contesto macro-economico regionale descritto nel Rapporto Puglia 2018 è quello di un territorio che, pur connotato da andamenti sostanzialmente allineati a quelli dellintero Mezzogiorno, evidenzia un proprio dinamismo distintivo che, in modo particolare negli anni successivi alla crisi del 2008, si è tradotto in una persistente resilienza nelle fasi di crisi ed in una significativa reattività in quelle di ripresa del ciclo economico.

Rapporto Ecomafia 2018 di Legambiente presentato a Bari: la Puglia si conferma al terzo posto tre le regioni italiane per reati ambientali: nel 2017 ci sono stati 982 sequestri, 3.316 persone

9.44 MB Dimensione del file
8866118141 ISBN
Rapporto Puglia 2018.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bikesmoveus.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il Rapporto Ambiente – SNPA nasce nell’ambito del SNPA per un’ampia ed efficace divulgazione dei dati e dell’informazione ambientale prodotta da ISPRA e dalle ARPA/APPA. La base dati è l’Annuario dei dati ambientali ISPRA. Il Rapporto è realizzato in un unico volume strutturato in tre parti. La prima descrive le realtà regionali attraverso l’analisi di […]

avatar
Mattio Mazio

Nel primo semestre dell'anno l'occupazione in Puglia è cresciuta in misura più intensa rispetto alla media nazionale; Nel primo semestre del 2018 il credito in regione ha continuato a crescere. il tasso di deterioramento e il rapporto tra sofferenze e prestiti si sono ridotti rispetto alla … 27 settembre - Presentazione Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes, Si è svolta venerdì 27 settembre alle 10:30 a Roma, presso la Chiesa di San Francesco Saverio del Caravita (Via del Caravita 7), la presentazione dell'edizione 2019 del Rapporto Immigrazione di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, da titolo “Non si tratta solo di migranti”.

avatar
Noels Schulzzi

News dall'USR per la PUGLIA. Modifica del ... Verbale dell'assemblea del personale del 21/11/2018. Cerca in ... Rapporto di lavoro a tempo parziale per l'a .s.

avatar
Jason Statham

Rapporto Agromafie 2018, cosa dice il report sui crimini agroalimentari. Colpisce il dato sulla crescita del volume d’affari delle agromafie in Italia, preoccupante poiché denuncia una diffusione trasversale del fenomeno e una necessaria difficoltà dei molti produttori onesti. Altrettanto rilevante è la crescita di “professionalizzazione” dei soggetti coinvolti nelle attività

avatar
Jessica Kolhmann

Quarto rapporto Agromafie e caporalato: l’agricoltura in Italia Agromafie e caporalato è un volume di oltre 350 pagine diviso in quattro parti . A partire dall’ economia mafiosa , la cosiddetta «economia non osservata», chiamata così perché fa riferimento ad attività come evasione fiscale, contributiva e a quelle illegali, dove si inserisce facilmente la mafia. Sul Bollettino ufficiale Regione Puglia n. 6 dell’11 gennaio 2018 è stata pubblicata la deliberazione della giunta regionale 21 dicembre 2017, n. 2250 recante “Intesa, ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n.131, tra il Governo, le Regioni e i Comuni del 20 ottobre 2016, recante l’approvazione del Regolamento Edilizio Tipo (RET).